Skip to main content
All Posts By

admin

Etichette

By Alimentazione

L’importanza della lettura delle etichette.

Leggere le etichette è molto importante, perché ti permette di scegliere, tra una moltitudine di offerte, il cibo che cerchi per il tuo cane.

Scegliere un cibo di qualità per il tuo cane è fondamentale per proteggere la sua salute.

In primis è bene che tu sappia che non sempre troverai indicato nell’etichetta la metodologia di preparazione.

La dicitura di croccantini estrusi o pressati a freddo non è imposta dalla legge, ma come sai la differenza è rilevante.

L’utilizzo di una temperatura notevolmente differente, infatti, fa si che nel primo procedimento indicato i principi nutrizionali vadano dissolti, mentre questo non succede nel secondo.

Nelle etichette troviamo: ingredienti, tenori analitici, additivi.

Andiamo per ordine.

GLI INGREDIENTI

Gli ingredienti sono indicati in ordine decrescente (dal maggiore al minore) considerando le quantità inserite nell’alimento.

L’ingrediente al primo posto sarà quello con la quantità maggiore.

La quantità (percentuale) per legge non deve essere indicata, tranne per quella caratterizzante l’alimento completo.

L’ingrediente principale per l’alimentazione del tuo cane deve essere la carne o il pesce.

Questo perché il tuo cane è un animale carnivoro, quindi in primis va rispettata la sua natura al fine di preservare la sua salute.

La carne ( o pesce) deve essere di prima qualità.

Leggere “carne” non è sufficiente.

La carne (o pesce) può essere fresca o disidratata e ciò significa che la prima contiene il 70% di umidità mentre la seconda solo il 15%. Questa umidità nel processo di elaborazione dell’alimento verrà persa.

Ne consegue che la lettura degli ingredienti in ordine decrescente andrà di fatto ad essere modificata, facendo scivolare l’alimento presunto principale in un’altra posizione.

La posizione sarà notevolmente più bassa se alla prima lettura avevi visto “fresca”.

Ed ancora.

In una dieta equilibrata dovrai trovare oltre alle proteine anche una percentuale di verdure e carboidrati

I carboidrati vanno demonizzati solo quando sono in alte percentuali e quindi quantitativi eccessivi rispetto alla carne

Qualche parola sui dati analitici additivi.

I dati analitici sono i valori di analisi chimica dell’alimento riportati in percentuale.

PROTEINE GREZZE

Rappresentano la quota proteica. Più basso è questo valore, peggiore è la qualità dell’alimento.

CENERI GREZZE

Indicano i sali minerali presenti nell’alimento.

La carne è ricca di sali minerali e tanto più è alta la sua qualità tanto più è alto il valore delle ceneri.

Una corretta proporzione tra le due voci è molto importante.

GRASSI GREZZI

Rappresentano le fonti energetiche dell’alimento per il tuo cane.

Un’alimentazione di ottima qualità, sana, bilanciata e digeribile è la strategia corretta per preservare la salute del tuo cane e la lettura delle etichette è lo strumento per la giusta scelta.

Ora tocca a te.

La salute del tuo cane è nelle tue mani.

Vuoi saperne di più?

Scrivi una mail a staff@empathydog.com

I cibi tossici

By Alimentazione

Sai che ci sono dei cibi che possono essere tossici per il tuo cane?

Scopriamo quali sono.

E’ bene, però, fare una premessa: tolti i veleni, ogni alimento commestibile non è di per se pericoloso tranne che non venga assunto in quantità tali da diventare tossico.

E allora vediamo di quali alimenti si tratta:

• Alcool

Tutte le bevande alcooliche sono tossiche per il tuo amico e questo perché a livello epatico non riescono a metabolizzare i suoi componenti

• Pane e pasta lievitata cruda

Questo alimento è possibile che fermenti all’interno dello stomaco e che di conseguenza possa farlo gonfiare con il rischio della torsione gastrica, inoltre la presenza di lieviti può dare altri problemi a livello cutaneo.

Raramente può essere dato solo se il pane è secco.

• Carne di maiale e cinghiale

E’ una carne da evitare se cruda, potrebbe causare spiacevoli conseguenze.

• Ossa

Le ossa, di qualsiasi animale, vanno sempre consumate crude. La loro struttura, dopo la cottura cambia, diventando di fatto una possibile minaccia di perforazione soprattutto per l’intestino.

• Insaccati vari

Contengono sia troppo grasso che troppo maiale crudo e troppe spezie.

• Salmone crudo

Il salmone deve essere cotto bene per evitare il rischio di malattie come la salmonella

• Caffè, te, cacao e cioccolato

Qui troviamo la teobromina che si rivela tossica in base alla dose che il tuo cane assume.

• Pomodoro verde e patata crude.

Se crudi questi alimenti sono tossici perché contengono la solanina. Una volta cotti la solanina scompare.

• Broccoli

Contiene una molecola irritante per le mucose dell’intestino

• Melanzane

Contengono la solanosina, simile alla solanina, che può essere tossica in dosi elevate.

La solanosina si trova soprattutto nella parte verde della melanzana e nella buccia.

• Uva e uvetta.

Nonostante il meccanismo per cui è tossica non è molto chiaro, può provocare sintomi legati alla insufficienza renale

• Nocciolo della frutta

In generale, escludendo alimenti ben precisi, la frutta non è tossica, però senza nocciolo.

Il nocciolo se intero potrebbe provocare ostruzione intestinale e se masticato potrebbe rilasciare sostanza che a contatto con i batteri intestinali si trasformano in cianuro

• Sale e snack salati

Un consumo eccessivo di sale può essere dannoso per il tuo cane.

• Cipolle e aglio

Tossiche se per il tuo cane perché contengono tiosolfato.

La salute del tuo cane parte da quello che mangia.

La sua alimentazione deve essere sana, completa e varia e nel rispetto della sua natura.

La scelta della sana alimentazione dipende da te.

Scopri i 4 segreti per rallentare il tuo cane quando mangia!

By Alimentazione

Il tuo cane è un’aspirapolvere?

Se il tuo cane mangia troppo velocemente potrebbe andare incontro a qualche problema.

Vediamo perché.

Per prima cosa, il cibo così ingerito dal tuo amico a quattro zampe non riuscirà ad essere digerito nel modo corretto causando problemi nell’assorbimento delle sostanze nutritive o meteorismo o ancora problemi nella consistenza delle feci.

Inoltre, potresti riscontrare episodi di rigurgito o vomito.

Infatti, quando lo stomaco del tuo cane riceve cibo in tempi molto brevi, reagisce cercando di espellerlo, generalmente già dopo pochi minuti dal termine del pasto.

A lungo andare, il vomito può creare delle alterazioni dello stomaco e dell’esofago, favorendo la comparsa di gastrite e reflusso gastro-esofageo.

Ed ancora, la velocità del tuo cane nel mangiare può ritardare il raggiungimento del senso di sazietà.

Ma non solo.

Se il tuo cane è un’aspirapolvere con il cibo rischia una torsione dello stomaco.

Quando il tuo cane mangia ad una velocità eccessiva rischia di riempire il suo stomaco di aria, fluidi e cibo poco masticato, causando si ha quindi una dilatazione della cavità dello stomaco.

E’ proprio con la dilatazione che si crea il pericolo, perché lo stomaco può ruotare sul suo asse (torsione) e chiudere ogni accesso all’intestino.

Capirai bene quanta importanza ha che il momento del pasto per il tuo cane sia tranquillo, senza eccitazione e questo ancora prima di mettere la ciotola per terra.

Come poter vivere serenamente questo momento?

Offri al tuo cane un numero di pasti superiore a due suddividendo la quantità giornaliera in più riprese.

Lo aiuterai a metabolizzare meglio i principi nutrizionali del suo cibo e raggiungere il senso di sazietà.

– Solleva un po’ la ciotola del suo cibo, aiuta a ridurre la quantità di aria che ingerisce.

– Poggia la ciotola solo dopo che si è calmato.

E se ancora non basta…

– Metti al centro della ciotola una pietra molto grande così che il tuo amico cercando di evitarlo per mangiare rallenterà i tempi di ingestione del cibo.

– La giusta quantità del cibo che giornalmente gli dai e la sua qualità sono una risorsa impareggiabile.

Un cibo sano, equilibrato e di qualità permette una digestione ottimale e un’assunzione dei principi nutrizionali corretta… oltre che una

risposta equilibrata dell’apparato digerente.

Il momento del pasto è un momento molto importante e la scelta del cibo più giusto segna il benessere del tuo cane.

Il benessere del tuo cane è nelle tue mani.

Tu puoi fare sempre la scelta più giusta per il tuo compagno.

healthy dog food|alimentazione canina corretta|crocchette pressate a freddo

È guerra all’irrancidimento, sconfiggiamolo insieme!

By Alimentazione

L’irrancidimento delle crocchette 😟😟😟

Conosci questo fenomeno??? 🤔🤔🤔

Sai quali sono le conseguenze che può portare alla salute del tuo amico peloso?!??! 🙄🙄🙄

Anche se non lo conosci, puoi immaginare che non sia nulla di positivo…😥😥😥

La molecola lipidica reagisce con l’ossigeno dell’aria e si trasforma in una molecola d’acqua. 💧💧💧

Questa parte della molecola è a sua volta reattiva e in grado di “rubare” atomi di idrogeno alle molecole ad esse vicine, scatenando così una reazione a catena. ⛓⛓⛓⛓

Quali sono i pericoli per il tuo cane e per il tuo gatto? 😼🐶

La maggior parte sono caratterizzati solo da un sapore sgradevole (per cui il cane o il gatto, che lo sente, non li mangia!) 👌 👌 👌

Altri sono pericolosi se valutati nel lungo termine:

– la malondialdeide, le aldeidi alfa e beta insature e altre molecole reagiscono con il DNA, diventando così potenzialmente cancerogene.

– gli idroperossidi e i loro prodotti di decomposizione possono danneggiare le membrane cellulari, causando danni ai diversi organi.

– diminuzione del valore nutritivo di diverse proteine a causa della perdita di funzionalità di vitamine liposolubili come la vitamina A che può portare svariati problemi agli occhi, alla pelle, alle ossa e può favorire infezioni.

I pericoli non sono gravi, ma nel lungo periodo possono peggiorare la salute del cane e del gatto e certo non aiutano la ripresa degli animali malati.

Viste anche le semplici precauzioni che si possono prendere per evitare il problema è importante avere alcune piccole accortezze da conoscere per evitare l’effetto a lungo (anzi, lunghissimo) termine di questa reazione chimica.

Come si può evitare l’irrancidimento? 🤔🤔🤔

Molti hanno l’abitudine di travasarle in contenitori più piccoli, magari in plastica, per usarli con più facilità, questo è sbagliato! E’ importante non togliere i croccantini dal loro contenitore di origine, se questo è grande e preferite farlo, abbiate cura di scegliere un contenitore molto spesso, opaco, in modo che la luce non abbia la possibilità di entrare e riporle in un luogo fresco e senza esposizione diretta a luce e calore (meglio non tenerle in cucina vicino al forno ;-).

Ora che sai come conservarle, valuta con attenzione il fattore più importante per la salute, l’equilibrio fisico e mentale e il benessere del tuo cane (e/o gatto):

LA QUALITA’ DEGLI INGREDIENTI E LA MIGLIOR LAVORAZIONE!!!

Scrivimi una mail a staff@empathydog.com e prenota la tua consulenza restano ancora pochi posti, non aspettare e l’avrai in REGALO, perché voglio premiare chi, come te, punta sempre al meglio!!!

Torsione Gastrica

By Alimentazione

La torsione gastrica è una malattia in cui lo stomaco dell’animale si dilata e ruota attorno al proprio asse.

Di conseguenza si ha un’occlusione che blocca l’apporto del sangue, compromettendo in maniera gravissima tutto l’apparato gastrointestinale, da questo processo viene coinvolto anche l’apparato cardiovascolare.

Vengono maggiormente colpiti i cani di grossa taglia, come il pastore tedesco, l’alano, il labrador, il san Bernardo, il terranova, il rottweiler e tutte le razze a torace profondo.

ANCHE SE IL TUO CANE NON E’ TRA LE RAZZE PIU’ SOGGETTE SEGUI I NOSTRI CONSIGLI!! 😉😉

COME FACCIO A CAPIRLO?

I sintomi più frequenti sono:

Dilatazione dell’addome

Dolore addominale alla palpazione

Ipersalivazione

Conati di vomito improduttivi

Aumento della frequenza cardiaca

Respirazione affannosa

Irrequietezza accompagnata da guaiti

Assenza o rallentamento della risposta agli stimoli esterni

Collasso

AIUTO COME POSSO FARE??

– Assicurati che il tuo cane stia seguendo (grazie a te 😁😊) un’alimentazione adeguata, cioè che sia prodotta con ingredienti controllati e di alta qualità, che non contenga troppi cereali o altri carboidrati fermentabili, in modo da ridurre i rischi di accumulo di gonfiore di gas nello stomaco.

Elimina dalla sua alimentazione conservanti, emulsionanti, coloranti e qualsiasi altro additivo.

– Dividi il pasto in due o tre porzioni giornaliere , non farlo mangiare solo una volt

a al giorno, passano troppe ore ed il suo stomaco si svuota e i succhi gastrici lavorano inutilmente causando anche iperacidità e disturbi gastrici.

– Non farlo bere troppo dopo o durante i pasti o dopo l’attività fisica, offri dell’acqua in piccole quantità.

– Dopo i pasti è bene ridurre l’attività fisica. (Intendo lunghe camminate in montagna⛰⛰ o ore di corse sfrenate, non preoccuparti se lo porti in passeggiata dopo mangiato.)

– Per evitare che si abbuffi è bene che la ciotola sia alzata da terra in base alla dimensione del tuo cane e se questo non bastasse puoi rendere difficoltosa l’ingestione, in commercio si trovano ciotole apposite.(puoi anche mettere due grosse pietre nella ciotola che già possiedi ed avere lo stesso risultato.)

In conclusione, la sindrome della torsione gastrica è una malattia potenzialmente mortale, quindi se si sospetta che il cane abbia una torsione, occorre portarlo dal veterinario👨‍🔬👨‍🔬🏥.

Fargli seguire una dieta sana ed adeguata è fondamentale, quindi, non rischiare ancora, contattami con un messaggio su questa pagina HEALTHY DOG FOOD e scopri come nutrire al meglio il tuo cane senza rinunciare alla comodità delle crocchette.

Perchè è importante la vitamina D?

By Curiosità

Sapevi che la vitamina D è in stretta relazione con la salute del tuo cane?

Seguimi e scopriamo perché.

La vitamina D è fondamentale nella regolazione di calcio e fosforo, entrambi elementi che contribuiscono alla salute delle ossa, dei denti, delle articolazioni ma anche dei muscoli e del sistema nervoso.

La fonte più naturale di vitamina D per tutti gli animali è la luce dal sole, però il tuo cane non è in grado di sintetizzare la vitamina D in modo efficiente come fa il tuo organismo, per cui è necessario che sia integrata nella sua dieta.

Infatti, nonostante il tuo cane raccolga gli effetti benefici della luce del sole leccandosi il suo manto che proprio grazie al sole produce degli oli contenenti vitamina D, la quantità di questa vitamina che così assume è troppo poca.

Vediamo meglio a cosa serve la vitamina D per il tuo cane:

1. corretta mineralizzazione delle ossa

2. mantenimento di un’adeguata massa ossea e l’integrità dei denti

3. benessere dell’intestino

4. benessere dei reni

5. cuore

E in ultimo ma di certo non per importanza

6. relazione tra vitamina D e malattie infettive: livelli adeguati di vitamina D determinano un aumento della risposta immunitaria dell’organismo

E’ evidente come la giusta quantità di vitamina D nell’organismo del tuo cane sia fondamentale per la sua salute ed il suo benessere.

Ma come fornire la giusta quantità di questa vitamina al tuo cane?

Con la giusta alimentazione.

Un’alimentazione sana e bilanciata che contenga tutto il corredo necessario al benessere del tuo compagno.

La salute del tuo cane dipende da te!

La lingua

By Curiosità

La lingua del tuo cane: il suo ruolo nella sua vita.

La lingua del cane serve a tante cose. A mangiare e bere, a inghiottire, e persino a dare sollievo nelle giornate di caldo torrido

Vediamo con ordine.

La lingua è un muscolo controllato da nervi e ricco di vasi sanguigni.

La superficie superiore è chiamata dorso ed è attraversata da una scanalatura che la divide in due metà simmetriche.

Un piccolo osso a forma di ferro di cavallo, osso ioide, collega i muscoli linguali alla base della bocca.

È importante nei movimenti della lingua e nella deglutizione.

E il suo ruolo?

TERMOREGOLAZIONE!

Normalmente il tuo cane respira attraverso il naso, ma quando ha bisogno di abbassare la sua temperatura corporea respirerà dalla bocca. Infatti, quando il tuo cane tira fuori la lingua mette in atto un meccanismo di ventilazione che permette di regolare la sua temperatura interna essendo insufficienti le sue ghiandole sudorifere a svolgere questo ruolo.

Attraverso la lingua il tuo cane normalizza la sua temperatura corporea, rilascia calore oltre ad inalare aria fresca

DISPOSITIVO DI PULIZIA.

Il tuo cane può utilizzare la sua lingua, oltre che a pulire il pelo, anche per rimuovere lo sporco da una ferita.

IDRATAZIONE

Raccoglie l’acqua come se fosse un mestolo che dopo averla presa velocemente la porta alla bocca.

Un vero spettacolo della natura!!

INDICATORE DI SALUTE.

Il suo colore è un chiaro indicatore della salute e del benessere del tuo cane.

GUSTO.

La lingua del tuo cane ha circa 1700 papille gustative, sicuramente di numero inferiore di quelle che hai tu, e si trovano nella parte superiore della lingua.

E’ dimostrato scientificamente che il tuo cane distingue tra dolce salato amaro e acido, anche se il gusto è il senso meno sviluppato del tuo amico a quattro zampe.

In ultimo ma di certo non per importanza: COMUNICAZIONE

La lingua è una parte molto sensibile e viene utilizzata per la comunicazione.

La lingua è un organo molto importante e merita, come muscolo ed insieme di nervi e vasi sanguigni, di ricevere i necessari principi nutrizionali per il suo benessere e la sua vitalità al fine di svolgere al meglio tutte le sue funzioni.

Conoscere il tuo cane, la sua natura è la strada per arrivare al suo benessere.

La salute del tuo cane passa per la sua alimentazione.

L’inverno

By Curiosità

La relazione tra il tuo cane e l’inverno.

La temperatura si sta facendo via via più rigida e con l’arrivo della stagione invernale l’attenzione deve essere alta per il benessere del tuo cane.

Sicuramente ogni cane ha le sue esigenze perché ogni cane fa sempre storia a se, ma importante è sempre conoscere e rispettare le esigenze del tuo compagno a quattro zampe.

Il primo passo è sapere che anche il tuo cane come te sente il freddo, anche se non con la stessa intensità.

I cani però percepiscono l’abbassarsi della temperatura in maniera diversa in base alla loro taglia e al loro pelo:

• Quelli di taglia grande mantengono il calore per più tempo grazie alla maggiore massa corporea

• Le taglie più piccole, le razze con il pelo corto e i cani che non hanno particolare massa corporea percepiranno il freddo in maniera più intensa

La natura non ha dotato tutti i cani della stessa capacità di sopportare il freddo

Alcune razze sono in grado di affrontare meglio la stagione più fredda anche grazie al folto pelo e alla corporatura altre invece sono inadatte

Allora che fare?

Puoi aiutare il tuo cane a vivere meglio l’abbassarsi della temperatura con una cura e un’attenzione costante

• Spazzolandolo con regolarità

Il suo mantello è in prima linea per la sua difesa verso il freddo. Spazzolandolo stimolerai la sua circolazione sanguigna e sosterrai un adeguato rinnovo del sottopelo

• Tieni ben curato il pelo intorno ai polpastrelli delle sue zampe

• L’alimentazione

Come miglior alleato per vivere al meglio la relazione del tuo cane con il freddo c’è l’alimentazione.

Il tuo fedele compagno possiede una zona che viene chiamata di “benessere termico” e che si colloca tra i 15 e i 25 gradi. Quando vive in questa forbice non si deve difendere da caldo o freddo, invece quando la temperatura esterna esce da questi margini inizia il consumo energetico.

Un’alimentazione completa, sana ed equilibrata, con le giuste quantità dei principi nutrizionali e che questi principi siano biodisponibili è quello che gli fornisce la giusta riserva di energie per sostenere il suo sistema immunitario e affrontare qualsiasi situazione.

La giusta alimentazione per il tuo cane fa la differenza.

La giusta alimentazione è fonte del benessere e della salute del tuo cane.

I calli del gomito

By Curiosità

I calli del gomito.

Cosa sono i calli e cosa puoi far per il tuo cane.

I calli sono un ispessimento del tessuto di una zona del corpo del tuo cane.

Una delle parti del suo corpo dove solitamente si forma è all’altezza del suo gomito.

Nella fase iniziale noterai un diradamento del suo pelo, poi il colore della sua pelle diventerà più scuro e a quel punto inizierai a vedere il callo.

I calli sono sicuramente il risultato di un meccanismo di difesa dell’organismo del tuo amico a quattro zampe per proteggere l’osso da continue sollecitazioni da contatto.

Infatti, sdraiandosi su superfici dure, il tuo cane esercita una pressione continua sui gomiti, e questo a lungo andare comporta un lento e progressivo ispessimento della pelle per proteggere l’osso sottostante.

Il risultato sarà che il pelo si dirada e cade, e la superficie diventa ruvida e spessa.

Le razze grandi e/o pesanti sono più soggette all’insorgenza dei calli ai gomiti in considerazione del peso che viene esercitato proprio sui gomiti. Invece i cani con il pelo folto avranno meno problemi perché il loro folto pelo ammorbidirà il colpo del gomito sul terreno.

I calli del gomito in alcuni casi può favorire l’insorgere di ulcere e infezioni, senza contare che possono rompersi e sanguinare.

Allora che fare?

1. Tieni sotto controllo il peso del tuo cane.

Una corretta alimentazione ti aiuta sia a mantenere il peso ideale del tuo cane, così da ridurre la sollecitazione ai gomiti, che a favorire la giusta idratazione dei tessuti e il loro giusto nutrimento.

2. Controlla la pelle del tuo cane

Controllando le zone sottoposte a sollecitazione potrai intervenire all’insorgenza dei primi calli

3. Balsamo idratante

L’applicazione giornaliera di una crema emolliente aiuterà il benessere del tuo cane

Il benessere e la salute del tuo cane sono sempre al primo posto!

L’olio di cocco

By Curiosità

Sai come regalare i benefici dell’olio di cocco al tuo cane?

La natura, nella sua grande generosità, ti regala i segreti per il benessere del tuo cane.

L’olio di cocco è proprio uno di questi.

E’ un alimento eccezionale e ha parecchie proprietà benefiche, andiamole a scoprire.

L’olio di cocco migliora lo stato di salute del tuo cane partendo dal suo manto, passando attraverso il suo peso ed arrivando alle sue abilità cognitive.

E’ ricco di acidi grassi saturi, vitamina E, vitamina K e alcuni minerali tra cui il ferro.

E allora scopri quali sono i benefici che offre al tuo cane.

• Aiuta a combattere l’alito cattivo.

• La sua presenza nella sua dieta renderà il manto del tuo amico a quattro zampe più sano e lucido.

• Applicato sulla zona interessata aiuterà a combattere la pelle secca.

• Rinforza il suo sistema immunitario.

• Aumenta la protezione contro alcuni parassiti.

• Ha proprietà antimicotiche e antibatteriche su piccole ferite.

• Rallenta l’invecchiamento della pelle del tuo compagno.

E se tutto questo non ti dovesse bastare c’è ancora di più:

• E’ una fonte di energia immediata, ideale quando ti serve qualcosa che faccia stare meglio il tuo cane se debilitato o affaticato.

• Protegge dall’insorgere di malattie ed è indicato nei casi di deficit cerebrali come ad esempio la demenza senile.

• È un ottimo antiossidante grazie alla presenza di polifenoli

• La presenza di acido ialuronico lo rende un perfetto antivirale

• Regola l’intestino e combatte la presenza di alcuni parassiti.

• E’ un ottimo alleato in caso di zampe e cuscinetti infiammati

Si. Hai letto bene. L’olio di cocco è un vero toccasana per il tuo cane.

L’olio di cocco è un alimento sano e utile.

La salute del tuo cane passa per la sua alimentazione.