Tic, tac, tic, tac il tempo scorre...

Il tempo per il tuo cane.
Ti sei mai chiesto se il tuo cane percepisce lo scorrere del tempo?

Andiamo a scoprire insieme il suo speciale orologio!
Sicuramente il tuo cane percepisce lo scorrere del tempo, ma in modo diverso rispetto a te!
Per lui non contano i minuti, le ore, i giorni e le settimane, ma sente il tempo che passa grazie ai suoi sorprendenti sensi e grazie al suo orologio interiore.
Il tuo cane si rende conto del passare del tempo grazie a fenomeni esterni come luce del giorno, rumori e odori insieme ad altri fattori come la necessità fisica dei bisogni o il senso della fame.
Ma c’è di più.
A sostegno della grandiosità dell’olfatto del tuo amico a quattro zampe una recente ricerca dimostra come proprio questo senso abbia un ruolo determinante nella percezione del tempo.
Il tuo cane sa che quando percepisce un odore in maniera forte quell’odore è nuovo, quindi è un odore recente.
Diversamente quando sente un odore meno forte sa che il tempo ne ha ridotto l’intensità quindi l’evento che l’ha provocato è più lontano nel tempo.
Ad esempio quando tu esci di casa stai lasciando un odore che il tempo sbiadirà.
Il tuo cane sa che quando questo odore è ancora forte tu sei uscito di casa da poco😃
Il tuo cane ha un meraviglioso orologio basato su abitudini ed accadimenti.
L’instaurarsi di una routine regolata da quello che condivide con te gli permette di avere un orologio dei vari momenti della giornata a questo si aggiungono gli odori per percepisce, mentre l’alternanza del giorno e della notte gli indica il susseguirsi dei giorni.
Sarai proprio tu a dargli le abitudini così come a soddisfare i suoi bisogni.
Tu segnerai i momenti dei suoi pasti.
Darai al tuo cane quel tempo
Allo stesso tempo costruirai un’abitudine tutelando la sua salute perché la sua salute va di pari passo con la sua alimentazione.
La sua salute è nelle tue mani.

E' tutta questione di Naso!!

Più che vedere con gli occhi, possiamo dire che percepiscono le cose con altri sensi, in particolare con l'olfatto.
Il naso del cane, infatti, è molto sviluppato: è composto da oltre 300 milioni di recettori olfattivi altamente specializzati (noi umani ne abbiamo solo 5 milioni) che permettono all'animale di distinguere e memorizzare una quantità impressionante di odori diversi, anche a concentrazioni nettamente inferiori rispetto a quelle che riusciamo a percepire noi.
Naso asciutto o naso bagnato…. qual’ è sintomo di benessere per il tuo cane?

Partiamo dal presupposto che niente è per caso e tutto ha un perché.
Il naso è un vero universo meraviglioso e l’umidità aiuta a fiutare meglio gli odori.
L’umidità in particolare aiuta l’attaccamento delle particelle odorose che il cane assorbe grazie alla secrezione nasale e che leccando trasferisce in bocca.
Un altro motivo dell’umidità del naso del tuo cane è che il tuo compagno lo lecca regolarmente per tenerlo pulito e fresco
Il naso umido, ancora, serve a controllare la temperatura corporea.
E se invece il suo naso è asciutto?
Bisogna sempre partire dal presupposto che ogni cane fa storia a se e nessuno è uguale ad un altro per cui il tuo cane potrebbe avere il naso più asciutto di un altro.
Non esistono due cani identici.
Ma quando il naso asciutto è normale?
È normale che il suo naso sia asciutto al risveglio perché dormendo il tuo cane non si lecca ma una volta sveglio in breve tempo ripristinerà l’umidità proprio leccandosi il suo bel tartufo!
Anche stare molto al sole o vicino ad una fonte di calore asciugherà il naso del tuo cane.
Alla base di tutto e come condizione essenziale ed imprescindibile ci deve essere la corretta idratazione del tuo compagno.
Acqua pulita a disposizione e la giusta alimentazione sono i compagni ideali per la salute del tuo cane.
Sono i compagni ideali per la sua corretta idratazione.
La base fondamentale per avere un cane sano, è un cane ben alimentato e ben idratato.

Scopri i 4 segreti per rallentare il tuo cane quando mangia!

Il tuo cane è un’aspirapolvere?
Se il tuo cane mangia troppo velocemente potrebbe andare incontro a qualche problema.
Vediamo perché.
Per prima cosa, il cibo così ingerito dal tuo amico a quattro zampe non riuscirà ad essere digerito nel modo corretto causando problemi nell’assorbimento delle sostanze nutritive o meteorismo o ancora problemi nella consistenza delle feci.
Inoltre, potresti riscontrare episodi di rigurgito o vomito.
Infatti, quando lo stomaco del tuo cane riceve cibo in tempi molto brevi, reagisce cercando di espellerlo, generalmente già dopo pochi minuti dal termine del pasto.
A lungo andare, il vomito può creare delle alterazioni dello stomaco e dell’esofago, favorendo la comparsa di gastrite e reflusso gastro-esofageo.
Ed ancora, la velocità del tuo cane nel mangiare può ritardare il raggiungimento del senso di sazietà.
Ma non solo.
Se il tuo cane è un’aspirapolvere con il cibo rischia una torsione dello stomaco.
Quando il tuo cane mangia ad una velocità eccessiva rischia di riempire il suo stomaco di aria, fluidi e cibo poco masticato, causando si ha quindi una dilatazione della cavità dello stomaco.
E’ proprio con la dilatazione che si crea il pericolo, perché lo stomaco può ruotare sul suo asse (torsione) e chiudere ogni accesso all’intestino.
Capirai bene quanta importanza ha che il momento del pasto per il tuo cane sia tranquillo, senza eccitazione e questo ancora prima di mettere la ciotola per terra.
Come poter vivere serenamente questo momento?

Offri al tuo cane un numero di pasti superiore a due suddividendo la quantità giornaliera in più riprese.
Lo aiuterai a metabolizzare meglio i principi nutrizionali del suo cibo e raggiungere il senso di sazietà.
- Solleva un po' la ciotola del suo cibo, aiuta a ridurre la quantità di aria che ingerisce.
- Poggia la ciotola solo dopo che si è calmato.
E se ancora non basta...
- Metti al centro della ciotola una pietra molto grande così che il tuo amico cercando di evitarlo per mangiare rallenterà i tempi di ingestione del cibo.
- La giusta quantità del cibo che giornalmente gli dai e la sua qualità sono una risorsa impareggiabile.
Un cibo sano, equilibrato e di qualità permette una digestione ottimale e un’assunzione dei principi nutrizionali corretta… oltre che una
risposta equilibrata dell’apparato digerente.
Il momento del pasto è un momento molto importante e la scelta del cibo più giusto segna il benessere del tuo cane.
Il benessere del tuo cane è nelle tue mani.
Tu puoi fare sempre la scelta più giusta per il tuo compagno.

Perchè è importante la vitamina D?

Sapevi che la vitamina D è in stretta relazione con la salute del tuo cane?
Seguimi e scopriamo perché.
La vitamina D è fondamentale nella regolazione di calcio e fosforo, entrambi elementi che contribuiscono alla salute delle ossa, dei denti, delle articolazioni ma anche dei muscoli e del sistema nervoso.
La fonte più naturale di vitamina D per tutti gli animali è la luce dal sole, però il tuo cane non è in grado di sintetizzare la vitamina D in modo efficiente come fa il tuo organismo, per cui è necessario che sia integrata nella sua dieta.

Infatti, nonostante il tuo cane raccolga gli effetti benefici della luce del sole leccandosi il suo manto che proprio grazie al sole produce degli oli contenenti vitamina D, la quantità di questa vitamina che così assume è troppo poca.
Vediamo meglio a cosa serve la vitamina D per il tuo cane:
1. corretta mineralizzazione delle ossa
2. mantenimento di un’adeguata massa ossea e l’integrità dei denti
3. benessere dell’intestino
4. benessere dei reni
5. cuore
E in ultimo ma di certo non per importanza
6. relazione tra vitamina D e malattie infettive: livelli adeguati di vitamina D determinano un aumento della risposta immunitaria dell’organismo
E’ evidente come la giusta quantità di vitamina D nell’organismo del tuo cane sia fondamentale per la sua salute ed il suo benessere.
Ma come fornire la giusta quantità di questa vitamina al tuo cane?
Con la giusta alimentazione.
Un’alimentazione sana e bilanciata che contenga tutto il corredo necessario al benessere del tuo compagno.
La salute del tuo cane dipende da te!

I cibi tossici

I cibi tossici per il tuo cane.
Sai che ci sono dei cibi che possono essere tossici per il tuo cane?
Scopriamo quali sono.
E’ bene, però, fare una premessa: tolti i veleni, ogni alimento commestibile non è di per se pericoloso tranne che non venga assunto in quantità tali da diventare tossico.
E allora vediamo di quali alimenti si tratta:
• Alcool
Tutte le bevande alcooliche sono tossiche per il tuo amico e questo perché a livello epatico non riescono a metabolizzare i suoi componenti
• Pane e pasta lievitata cruda
Questo alimento è possibile che fermenti all’interno dello stomaco e che di conseguenza possa farlo gonfiare con il rischio della torsione gastrica, inoltre la presenza di lieviti può dare altri problemi a livello cutaneo.
Raramente può essere dato solo se il pane è secco.
• Carne di maiale e cinghiale
E’ una carne da evitare se cruda, potrebbe causare spiacevoli conseguenze.
• Ossa
Le ossa, di qualsiasi animale, vanno sempre consumate crude. La loro struttura, dopo la cottura cambia, diventando di fatto una possibile minaccia di perforazione soprattutto per l’intestino.
• Insaccati vari
Contengono sia troppo grasso che troppo maiale crudo e troppe spezie.
• Salmone crudo
Il salmone deve essere cotto bene per evitare il rischio di malattie come la salmonella
• Caffè, te, cacao e cioccolato
Qui troviamo la teobromina che si rivela tossica in base alla dose che il tuo cane assume.
• Pomodoro verde e patata crude.
Se crudi questi alimenti sono tossici perché contengono la solanina. Una volta cotti la solanina scompare.
• Broccoli
Contiene una molecola irritante per le mucose dell’intestino
• Melanzane
Contengono la solanosina, simile alla solanina, che può essere tossica in dosi elevate.
La solanosina si trova soprattutto nella parte verde della melanzana e nella buccia.
• Uva e uvetta.
Nonostante il meccanismo per cui è tossica non è molto chiaro, può provocare sintomi legati alla insufficienza renale
• Nocciolo della frutta
In generale, escludendo alimenti ben precisi, la frutta non è tossica, però senza nocciolo.
Il nocciolo se intero potrebbe provocare ostruzione intestinale e se masticato potrebbe rilasciare sostanza che a contatto con i batteri intestinali si trasformano in cianuro
• Sale e snack salati
Un consumo eccessivo di sale può essere dannoso per il tuo cane.
• Cipolle e aglio
Tossiche se per il tuo cane perché contengono tiosolfato.
La salute del tuo cane parte da quello che mangia.
La sua alimentazione deve essere sana, completa e varia e nel rispetto della sua natura.
La scelta della sana alimentazione dipende da te.

Sottopesi

Il tuo cane è troppo magro.
Che cosa fai quando il tuo cane è troppo magro per fargli prendere peso?
Il giusto peso per il tuo cane è molto importante.
Rappresenta un equilibrio fondamentale per il suo benessere e per garantirgli salute e una lunga vita.
Non solo l’obesità è un problema per il tuo amico a quattro zampe ma anche la sua eccessiva magrezza.
E allora che fare?
Il primo passo è accertarsi che non vi siano cause patologiche.
Il passo successivo è un’attenta analisi della sua alimentazione:
1. La sua alimentazione deve essere basata su proteine di prima scelta, essere sana, bilanciata, altamente digeribile e priva di additivi chimici.
2. La dose giornaliera del suo cibo deve essere proporzionata all’età, alla taglia e alla sua attività fisica
3. Dividere in più pasti giornalieri, anche quattro, gli permetterà di digerire meglio e metabolizzare in maniera ottimale i principi nutritivi dell’alimentazione che hai scelto per lui
4. Fare attività fisica che gli permetterà di aumentare la sua massa muscolare
5. Aumenta la dose giornaliera del suo cibo in maniera graduale in modo da non sovraffaticare il suo apparato digerente
6. Fai in modo che nella sua dieta ci siano cibi ricchi di vitamina B
7. Aggiungi cocco o olio di cocco nella sua ciotola. Lo aiuterà a combattere le infezioni e rafforzerà il suo sistema immunitario. Inoltre, il cocco contiene albumina che è una proteina presente in molti tessuti muscolari. Ed ancora migliorerà il suo metabolismo!
E allora…… la ciotola del tuo amico ti attende!
La sua salute e il suo benessere dipendono da te.

Sai come tenere puliti i denti al tuo cane?

I denti puliti per il tuo cane sono sinonimo di benessere… del suo benessere.
Allora vediamo perché e come fare.
La bocca del tuo cane è il posto dove una vasta popolazione batterica crea una patina sui suoi denti che con il tempo si solidifica e si stratifica fino a creare il tartaro.
La sua presenza eccessiva può portare a svariate patologie.
E allora che fare?
Primo passo una corretta alimentazione.
Corretta alimentazione significa: di prima scelta, costruita intorno ad una proteina animale di qualità e nelle giuste quantità, preparata con basse temperature così da non perdere tutti i principi nutrizionali, arricchita da una serie di alimenti scrupolosamente scelti che possano fornire al tuo compagno a quattro zampe le giuste quantità di vitamine, omega 3, omega 6, probiotici e tanto altro che possa dargli il benessere che cerchi per lui.
Una corretta alimentazione, inoltre, deve avere un basso contenuto di carboidrati ( zuccheri semplici e complessi), perché i batteri si nutrono principalmente di carboidrati.
I mangimi secchi estrusi, soprattutto quelli di scarsa qualità, hanno sempre una alta percentuale di carboidrati e quindi posso creare terreno fertile alla formazione della placca.
Secondo passo: contrastare la formazione di placca
Uno dei modi per pulire i denti del tuo cane è dargli, come snack, degli alimenti che possano avere un’azione pulente, inducano il tuo amico a masticare e alzino leggermente il ph della sua bocca in modo da ridurre la carica batterica nociva.
E allora:
• Finocchi
• Carote
• Zucchine
• Mele
L’importante è sempre non esagerare con le quantità e rispettare sempre l’età, il peso e l’attività del tuo cane.
Ricorda sempre: LA SALUTE VIEN MANGIANDO!

I calli del gomito

I calli del gomito.
Cosa sono i calli e cosa puoi far per il tuo cane.
I calli sono un ispessimento del tessuto di una zona del corpo del tuo cane.
Una delle parti del suo corpo dove solitamente si forma è all’altezza del suo gomito.
Nella fase iniziale noterai un diradamento del suo pelo, poi il colore della sua pelle diventerà più scuro e a quel punto inizierai a vedere il callo.
I calli sono sicuramente il risultato di un meccanismo di difesa dell’organismo del tuo amico a quattro zampe per proteggere l’osso da continue sollecitazioni da contatto.
Infatti, sdraiandosi su superfici dure, il tuo cane esercita una pressione continua sui gomiti, e questo a lungo andare comporta un lento e progressivo ispessimento della pelle per proteggere l’osso sottostante.
Il risultato sarà che il pelo si dirada e cade, e la superficie diventa ruvida e spessa.
Le razze grandi e/o pesanti sono più soggette all’insorgenza dei calli ai gomiti in considerazione del peso che viene esercitato proprio sui gomiti. Invece i cani con il pelo folto avranno meno problemi perché il loro folto pelo ammorbidirà il colpo del gomito sul terreno.
I calli del gomito in alcuni casi può favorire l’insorgere di ulcere e infezioni, senza contare che possono rompersi e sanguinare.
Allora che fare?
1. Tieni sotto controllo il peso del tuo cane.
Una corretta alimentazione ti aiuta sia a mantenere il peso ideale del tuo cane, così da ridurre la sollecitazione ai gomiti, che a favorire la giusta idratazione dei tessuti e il loro giusto nutrimento.
2. Controlla la pelle del tuo cane
Controllando le zone sottoposte a sollecitazione potrai intervenire all’insorgenza dei primi calli
3. Balsamo idratante
L’applicazione giornaliera di una crema emolliente aiuterà il benessere del tuo cane
Il benessere e la salute del tuo cane sono sempre al primo posto!

L'otite

Sai cosa è l’otite nel tuo cane?
Scuotimento della testa, andatura con il capo inclinato, prurito, dolore, maggiore produzione di cerume, cattivo odore.
Questa è quello che succede quando il tuo cane soffre di otite.
L’otite è una infiammazione del canale auricolare del tuo cane che si può verificare in diverse parti dell’orecchio del tuo compagno: otiti esterne, otiti medie e otiti interne, a seconda della parte dell’orecchio che interessano (esterno, medio o interno).
L’otite può essere causata da un’eccessiva esposizione alla polvere, da corpi estranei o da contaminazione con muffe o batteri che possano dare vita ad infezioni.
Anche la presenza di cerume, o la sua produzione eccessiva, può degenerare in otite.
Una eventuale otite andrà trattata in modo mirato al fine di eliminare la causa primaria, le infezioni andranno individuate e curate e reso il canale uditivo pulito e asciutto
E allora che fare?
• Pulire quotidianamente il padiglione esterno delle orecchie del tuo amico a quattro zampe.
• Ispezionare bene le sue orecchie al rientro da passeggiate tra erba alta e secca
• Identificare all’insorgere dei primi sintomi una ipotetica otite
• Scegliere la giusta alimentazione
Importante è sia prevenire le otiti che evitare le ricadute.
La scelta della giusta alimentazione è estremamente importante perché ha un ruolo definito sia nella prevenzione che come alleata per la risoluzione e la cura dell’otite stessa.
Un’alimentazione che deve essere basata su una materia prima di ottima scelta e non frutto di allevamenti intensivi, che mantenga tutte le proprietà nutritive, che sia biodisponibile, che sia altamente digeribile, che sia un’alimentazione completa e priva di additivi ed integratori chimici.
Un’alimentazione sana e completa che sia di nutrimento e fonte di salute e benessere.
La salute del tuo cane dipende da te.
Il suo benessere è nelle tue mani.
Vuoi sapere di più?

L'olio di cocco

Sai come regalare i benefici dell’olio di cocco al tuo cane?
La natura, nella sua grande generosità, ti regala i segreti per il benessere del tuo cane.
L’olio di cocco è proprio uno di questi.
E’ un alimento eccezionale e ha parecchie proprietà benefiche, andiamole a scoprire.
L’olio di cocco migliora lo stato di salute del tuo cane partendo dal suo manto, passando attraverso il suo peso ed arrivando alle sue abilità cognitive.
E’ ricco di acidi grassi saturi, vitamina E, vitamina K e alcuni minerali tra cui il ferro.
E allora scopri quali sono i benefici che offre al tuo cane.
• Aiuta a combattere l’alito cattivo.
• La sua presenza nella sua dieta renderà il manto del tuo amico a quattro zampe più sano e lucido.
• Applicato sulla zona interessata aiuterà a combattere la pelle secca.
• Rinforza il suo sistema immunitario.
• Aumenta la protezione contro alcuni parassiti.
• Ha proprietà antimicotiche e antibatteriche su piccole ferite.
• Rallenta l’invecchiamento della pelle del tuo compagno.
E se tutto questo non ti dovesse bastare c’è ancora di più:
• E’ una fonte di energia immediata, ideale quando ti serve qualcosa che faccia stare meglio il tuo cane se debilitato o affaticato.
• Protegge dall’insorgere di malattie ed è indicato nei casi di deficit cerebrali come ad esempio la demenza senile.
• È un ottimo antiossidante grazie alla presenza di polifenoli
• La presenza di acido ialuronico lo rende un perfetto antivirale
• Regola l’intestino e combatte la presenza di alcuni parassiti.
• E’ un ottimo alleato in caso di zampe e cuscinetti infiammati
Si. Hai letto bene. L’olio di cocco è un vero toccasana per il tuo cane.
L’olio di cocco è un alimento sano e utile.
La salute del tuo cane passa per la sua alimentazione.